Skip to main content

Sri Lanka


Alla scoperta della gemma dei Tropici

Sorprendenti tesori di uno dei paradisi del mondo


Polonnaruwa, Gal Viharaya

Treno panoramico

Affreschi a Sigiriya

Hotel Sigiriya

Dambulla

PARTENZA
14/11/2024
RITORNO
24/11/2024
PRE-ESTENSIONE
ESTENSIONE
2a ESTENSIONE
DURATA
11 giorni
PARTECIPANTI
massimo 12
GUIDA
Stefano Berra

 Sintesi del viaggio


Lo Sri Lanka si è guadagnato l’appellativo di “gioiello dei tropici”: il tour è pensato per godere del meglio dell’isola, che impressionò per la sua incredibile bellezza anche il grande viaggiatore veneziano Marco Polo. E’ un percorso completo, che spazia dagli antichissimi siti storici delle aree più settentrionali, con Sigiriya, Anuradhapura, Mihintale e Polonnaruwa, alle regioni collinari centrali di Kandy e Nuwara Eliya, famose anche per l’inimmaginabile ricchezza botanica e le piantagioni del tè. Si ammira la fauna tropicale di Yala e, oltre la cittadina storica di Galle, si completa il tour sulle rive del mare. Il viaggio offre così una visione completa di quanto di meglio offre lo Sri Lanka, per godere appieno di questo paradiso tropicale ricco di resti storici e tradizioni antiche.

È viaggiando che si trova la saggezza.
  • Colombo
  • Sigiriya
  • Polonnaruwa
  • Parco Nazionale di Mineriya
  • Anuradhapura
  • Mihintale
  • Dambulla
  • Matale
  • Kandy
  • Nuwara Eliya
  • Rawana
  • Parco Nazionale di Yala
  • Galle
  • Induruwa
  • Colombo

 Presentazione del viaggio


Per godere appieno della magia del Paese, dove la natura rigogliosa è impreziosita da ricchi resti storici e tradizioni antiche, si alloggia in strutture dotate di tutti i comfort, dove sono disponibili servizi terapeutici ayurvedici.
Conduce il viaggio Stefano Berra di Amitaba con l’ausilio del simpatico e molto competente Don Jude Nishantha Ranatunga, da tutti noi chiamato più amichevolmente “Jude”, che parla fluentemente l’italiano ed è stato sempre molto apprezzato in tutti i viaggi da lui condotti. E’ previsto un massimo di 12 partecipanti.

IL FASCINO DELLO SRI LANKA

Così ci scrisse Marco Polo: “Lasciando l’isola di Andoman e navigando mille miglia, un po’ a sud–ovest, il viaggiatore raggiunge Ceylon, che è senza dubbio l’isola più bella del mondo”. Ma cosa colpì intensamente il nostro nobile viaggiatore?

L’ambiente naturale dell’isola è rigoglioso con un’infinita varietà arborea: dalle spiagge contornate da palme, salendo gradatamente verso le regioni collinari e montuose della parte centrale, si trovano fitte foreste ed anche piantagioni di tè e di spezie, mentre più a nord prevalgono ampi spazi fertili ma poco popolati, che custodiscono grandiosi siti archeologici.
I Parchi Nazionali preservano vaste estensioni di territorio dove prosperano molte specie di animali, come il Mineriya National Park o il Yala National Park dove si possono osservare elefanti, bufali, leopardi, coccodrilli e grandi stormi di uccelli.
La testimonianza storica più antica è Anuradhapura, dove si trovano rovine che partono dal III secolo a C. e testimoniano l’ingresso nello Sri Lanka della cultura buddista; non cessano di stupire luoghi che offrono la magia di Polonnaruwa, dove statue rupestri dalle proporzioni perfette e innumerevoli templi sono disposti in un bel contesto naturale; e siti come la fiabesca rocca di Sigiriya.
I srilankesi sono di indole tranquilla ed ospitale; le tensioni con le minoranze Tamil che popolano le parti nordorientali dell’isola sono ormai parte del passato, ma pur in quei difficili anni non produssero mai atteggiamenti di ostilità verso i visitatori. Le due matrici culturali, la maggioranza buddista singalese e gli induisti Tamil del nord hanno radici profonde, come testimoniano la storia e la stessa mitologia: le grandi saghe indiane del Ramayana e Mahabharata hanno alcuni dei loro capitoli chiave che si svolgono proprio qui, nello Sri Lanka. E, con riferimento alla tradizione biblica, si scopre che il Picco d’Adamo, situato tra i monti delle regioni centrali, secondo la leggenda è il punto dove il nostro mitico progenitore mise piede nell’Eden.

 Programma del viaggio


1°g. Giovedì 14 novembre, partenza per lo Sri Lanka
Per raggiungere Colombo vi sono diverse possibilità di volo e Amitaba può prenotare quello preferito dai viaggiatori. La gran parte dei voli prevede una partenza pomeridiana con l’arrivo a destinazione la mattina successiva.

2°g. 15/11 Colombo – Sigiriya
Arrivo a Colombo dove è in attesa dei partecipanti il corrispondente locale di Amitaba. Dall’aeroporto si parte in direzione nord est per Sigiriya, 146 km, circa 3 ore e mezza di strada. Giunti a destinazione si alloggia presso l’hotel Sigiriya, ubicato con magnifica vista sulla Rocca del Leone e dotato di piscina. Pomeriggio di Relax dopo il lungo viaggio.

3°g. 16/11 Sigiriya: escursione alla Rocca del Leone e Polonnaruwa
Si inizia la giornata con la visita di Sigiriya, che significa “rocca del leone”, un’incredibile palazzo-fortezza posto sulla sommità di un monte roccioso con le pareti a strapiombo che sovrastano le foreste. Edificato a partire dal V secolo d.C. dal re Kasyapa divenne in seguito un monastero, venne poi abbandonato e fu riportato alla luce dagli inglesi. Vi si accede con una ripida scalinata lungo le precipitose pareti adornate dagli affreschi delle divine Apsara. Terminata la visita ci si reca al sito storico di Polonnaruwa (60 km, circa un’ora e mezza), la seconda delle antiche capitali dello Sri Lanka, edificata a partire dall’XI secolo. Le rovine sono molto estese ed immerse nella natura. I siti più importanti sono il Palazzo Reale, il Gal Viharaya con le tre famose statue rupestri del Budda nelle posizioni eretta, seduta e reclinata, magnificamente scolpite nella roccia grigia, la Sala delle Udienze ed il Bagno di Loto, nonché il laghetto costruito dal re Parakumbahu e la sua statua. Vi sono poi molti templi, tra cui anche uno shivaita ed un sito che ospitava la reliquia del dente del Budda, ora custodita a Kandy. Si conclude il pomeriggio con un safari al Mineriya National Park, ubicato a breve distanza dall’hotel, per osservare gli elefanti.

4°g. 17/11 Sigiriya: escursione Anuradhapura e Mihintale
Anuradhapura (75 km, circa un’ora e mezza di guida), fu la prima delle antiche capitali dello Sri Lanka ed è un “World Heritage Site”. Rivela siti di eccezionale interesse ed anche un ficus religiosa di 2200 anni nato da un pollone dell’albero dell’Illuminazione del Budda di Bodhgaya. Tra i resti di maggior rilevanza vi sono il palazzo delle 160 colonne di Brazen ed il Ruwanweliseya, entrambi del II secolo a.C., il tempio rupestre di Isurumuniya del III secolo a.C. e lo stupa di Thuparama, considerato il più antico dell’isola. Nel pomeriggio ci si reca alla vicina Mihintale (16 km); si visitano le rovine del monastero e si salgono le comode scalinate che portano ai piedi dell’Aradhana Gala, una collinetta rocciosa dove chi vuole può arrampicarsi aiutato da una corda di metallo, sulla cui sommità secondo la tradizione giunse volando Mahinda, colui che iniziò la diffusione degli insegnamenti buddisti nello Sri Lanka. È un bel punto da cui si ammirano un vasto panorama e gli altri due colli vicini (si possono salire anche questi) uno con una grande statua del Budda posta sulla cima, l’altro torreggiato da un grande Stupa. Terminate le visite si rientra in hotel dove chi vuole potrà approfittarne per rilassarsi con dei massaggi; infatti, nel contesto culturale in cui si è immersi, un’attenta cura fisica e spirituale viene intesa come la base per una realizzazione della nostra natura profonda, ed a tal fine le tecniche di ayurveda, yoga e meditazione vengono vissute con un approccio olistico.

5°g. 18/11 Sigiriya – Dambulla – Matale – Kandy  
Ci si reca a Dambulla (18 km a sud ovest), un sito del I secolo a.C. anche questo “World Heritage Site”: è il più bel complesso rupestre dello Sri Lanka con cinque grotte ornate da un amplissimo insieme di affreschi (pare ve ne siano 2000 metri quadrati!) che raffigurano gli episodi della vita del Budda, e circa 150 statue dell’Illuminato, tra cui una statua rupestre reclinata di 14 metri. Si parte quindi verso sud per Kandy, che da qui dista circa 80 km (circa due ore e mezza). Sul percorso si sosta a Matale al giardino delle spezie, dove si apprezza l’incredibile ricchezza della natura di quest’isola. Kandy, situata a 500 mt di quota, fu l’ultima delle capitali storiche singalesi, edificata attorno al lago fatto costruire nel 1798 dall’ultimo dei re Sinhala, ed è ancora oggi il cuore culturale della nazione. Il punto focale è il tempio di Dalada Maligawa (XVII secolo), venerato perché in una scatola d’oro vi si conserva un dente del Budda. Tutti i giorni alle 18.00 vi è una piccola cerimonia religiosa nel tempio. In città è importante anche il tempio di Natha, situato nei pressi e ritenuto più antico. Si alloggia presso l’hotel Topaz.

6°g. 19/11 Kandy
Intera giornata a Kandy e dintorni dove si visitano tre interessanti templi che risalgono al XIV secolo, Emmbekka, famoso per le sculture lignee, Gadaladeniya, interessante per i ricami di pietra, e Lankatilake, che è sia induista che buddista. Nel pomeriggio si visita il Peradeniya o Royal Botanical Garden, voluto nel XIV secolo dalla famiglia reale di Kandy, dove si avrà l’opportunità di osservare l’immensa varietà arborea dello Sri Lanka (ci sono più di 4000 tipi di alberi e piante), inclusa una fantastica collezione di orchidee. Nel tardo pomeriggio ci si reca al mercato per una piacevole passeggiata ed in serata si assiste ad un programma culturale di musica e danza.

7°g. 20/11 Kandy – Nuwara Eliya
Si parte in treno, solitamente prima delle 9.00 del mattino, per la cittadina di Nuwara Eliya, circa 80 km a sud di Kandy, attraversando belle aree panoramiche ed allietati dalla cordiale
presenza delle amichevoli persone del luogo; il tragitto dura circa quattro ore con arrivo previsto intorno
alle 13.00 (orari da confermare). Giunti a destinazione ci si reca poco lontano a visitare una piantagione dove si osservano le varie fasi della produzione del tè; se ne potrà gustare un’ottima tazza ed anche comprarne un po’ da portare a casa. Nuwara Eliya, situata a 1900 mt di quota, è situata al centro di una regione conosciuta come “Piccola Inghilterra” per lo stile che deriva dalla storia coloniale e per le piantagioni di tè che si arrampicano sulle pendici rigogliose dei monti, ricchi d’acqua e di cascate. Si visita questa graziosa cittadina, conosciuta come la “città della luce”, ex residenza estiva degli inglesi con un’atmosfera tipicamente coloniale ricca di palazzi, ville e chiese di quel periodo. Si alloggia presso il Blackpool hotel.

8°g.  21/11 Nuwara Eliya – Rawana – Parco Nazionale di Yala
Proseguendo verso sud est attraverso le regioni montane del centro dell’isola si arriva alle cascate di Rawana (60 km), il cui nome le ricollega alle leggende epiche indiane. Si prosegue da qui verso sud lasciando i monti ed arrivando al Parco Nazionale di Yala dove ci attende un bel safari con le jeep: si possono vedere elefanti, bufali, leopardi, orsi, coccodrilli, cinghiali oltre a grandi stormi di uccelli. Ci si accomoda presso l’hotel Jetwing Yala.

9°g. 22/11 Parco Nazionale di Yala – Galle – Induruwa
Si parte verso sud ovest arrivando sulla costa meridionale dello Sri Lanka e la si segue fino a Galle, un percorso di circa 150 km che richiede circa 3 ore. Questa cittadina storica, sito UNESCO, è particolarmente suggestiva: venne costruita nell’aspetto attuale dai portoghesi quando nel XVI secolo presero il controllo di quello che era il porto principale dell’isola, e fu successivamente ulteriormente fortificata dagli olandesi. Si prosegue poi per Induruwa, un percorso di 50 km, circa 1 ora e mezza di guida, dove si alloggia presso il Pandanus Beach Resort & Spa.

10°g. 23/11 Induruwa
Giornata di relax al mare, con la possibilità di fare trattamenti ayurvedici nei pressi dell’hotel.

11°g. Domenica 24 novembre, volo di rientro
Ci si reca all’aeroporto internazionale di Colombo. La maggior parte dei voli parte in mattinata ed arriva a destinazione la sera stessa.

NB: Chi volesse può estendere il soggiorno a Induruwa, contattare Amitaba per i dettagli.

COSTO DEL VIAGGIO

€ 1980; Minimo 3 e massimo 12 partecipanti

La quota comprende: le spese di iscrizione, le Polizze Assicurative di viaggio (Viaggi rischio zero e polizza base Europ Assistance – su richiesta, su E.A. possono essere estesi i massimali con un costo di € 70 ed emessa la Polizza di Annullamento, che costa 5,5% del valore del viaggio), la guida locale che parla la lingua italiana, l’accompagnatore dall’Italia, i trasporti, la mezza pensione, gli ingressi ai siti e le escursioni indicate nel programma.

La quota non comprende: i voli, il visto, il supplemento per la camera singola, le bevande, le visite e le escursioni non in programma, le mance e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Voli: Amitaba provvede alla prenotazione dei voli su richiesta dei viaggiatori, ma non obbliga ad utilizzare questo servizio e chi preferisce può provvedere all’acquisto dei voli direttamente; questo anche per permettere a chi ne ha la possibilità di usufruire di punti, sconti e/o tariffe agevolate.

Supplementi: € 400 per la singola; con solo quattro partecipanti extra di € 100, con tre, extra di € 200.

Visti e documenti: il visto per lo Sri Lanka va richiesto in internet in Italia prima della partenza (www.eta.gov.lk/slvisa) con un costo di $ 50 e richiede un passaporto valido per almeno sei mesi dalla data di ingresso nel Paese.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Per qualsiasi domanda e curiosità,
compila tutti i campi del form:

 DOCUMENTI DI VIAGGIO

PAESI E TRADIZIONI

Entra nella sezione dedicata agli approfondimenti culturali:

Massaggio ayurvedico

 GALLERIA FOTOGRAFICA

Sigiriya
Parco Nazionale di Yala, elefanti
Polonnaruwa, Gal Viharaya
Treno panoramico
Affreschi a Sigiriya
Hotel Sigiriya
Dambulla
Polonnaruwa
Dambulla, interni delle grotte
Dambulla, interni delle grotte
Parco Nazionale di Yala, elefanti
Parco Nazionale di Yala, leopardo
Parco Nazionale di Yala, pavoni
Preparazione medicine ayurvediche
Foglie e spezie
Kandy, giardino botanico – orchidee
Bimba srilankese
Anuradhapura, artista
Sigiriya
Bimbi srilankesi
Danzatrici
Anuradhapura

L’iscrizione e la partecipazione al viaggio è regolata dalle Condizioni Generali di Partecipazione; la quota include la polizza “Assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e danneggiamento bagaglio” fornita da Europ Assistance, la polizza “Viaggi Rischio Zero” di UnipolSai Assicurazioni e la polizza “Filodiretto Protection” fornita da Nobis Compagnia di Assicurazioni. Le normative (Condizioni Generali e polizze assicurative) sono visibili nel sito di Amitaba e presso il nostro ufficio.

Amitaba S.r.l. è un operatore turistico legalmente costituito con sede in viale Ca’ Granda, 29 a Milano, iscritto al Registro Imprese della Camera di Commercio di Lecco col numero 313373, REA numero 1623197, partita IVA 13152290154. È autorizzato a svolgere la propria attività con licenza rilasciata con il decreto della Provincia di Milano numero 67762/00 del 30/10/2000. Amitaba S.r.l. ha stipulato ai sensi dell’art. 50 del Codice del Turismo (D.lgs 79/2011) una polizza per la Responsabilità Civile Professionale con la UnipolSai Assicurazioni n. 100073953 per un massimale di € 2.065.000,00.