Skip to main content

Colombia


Conoscere la Colombia

Storia, cultura e natura, un mosaico di colori


Medellin, Comuna 13

Villa de Leyva, piazza principale

Parco Nazionale Valle de Cocora

Guatapè

Negozio di souvenir

PARTENZA
18/2/2025
RITORNO
2/3/2025
PRE-ESTENSIONE
ESTENSIONE
2a ESTENSIONE
DURATA
13 giorni
PARTECIPANTI
massimo 12
GUIDA
Luca Arnoldi

 Sintesi del viaggio


La Colombia ha sofferto per lungo tempo di una pessima reputazione, principalmente per le vicende legate al narcotraffico, ma da alcuni anni ormai la situazione è tranquilla, perfetta per tornare a scoprire questo meraviglioso e vario Paese dalle caratteristiche uniche. Un territorio che si estende dal Pacifico all’Amazzonia, con al centro altopiani rigogliosi tra le altissime cordigliere andine, e si affaccia a nord su uno dei tratti più belli della costa caraibica. Una regione ricca di storia, che spazia dai mondi precolombiani all’avvento coloniale spagnolo, che ha lasciato un’accattivante eredità nello stile delle città e dei villaggi, dove la gente stupisce i visitatori per l’ospitalità ed anche per la passione irrefrenabile per il ballo ed i ritmi caraibici. Qui cultura, storia e natura si fondono insieme ai sorrisi della gente, come in un romanzo del grande scrittore colombiano Gabriel Garcia Marquez. Il percorso, frutto di attenta ricerca, si propone di offrire una bella visione d’insieme di tutto questo.

Chi si sveglia presto, ha l’aiuto di Dio.
  • Bogotà
  • Zipaquirà
  • Villa de Leyva
  • Pereira
  • Salento
  • Parco Nazionale Valle de Cocora
  • Medellin
  • Guatapé
  • Santa Fè de Antioquia
  • Medellin
  • Cartagena
  • Playa Isabela

 Presentazione del viaggio


Dopo la visita dello splendido centro storico di Bogotà, dove il Museo dell’Oro presenta i reperti più importante che si abbiano delle culture precolombiane, si prosegue con Zipaquirà, dove si ammira la celebre cattedrale sotterranea di sale, arrivando da qui alla città coloniale di Villa de Leyva, incantevole località con i balconcini in legno ornati da piante e fiori, dove nei tipici caffè del luogo si sorseggiano caffè, acquavite e rum di fronte alla chiesa cittadina. Con un trasferimento aereo ci si sposta a Pereira, per raggiungere Salento e l’imperdibile rigoglio naturale del Parco Nazionale Valle de Cocora, proseguendo poi da qui verso nord per Medellin, città dal difficile passato che oggi sta vivendo una nuova vita, fatta di colori, pace e tranquillità. Nei suoi pressi, colpiscono il monolite di El Penon de Guatapè ed il gioello coloniale che è Santa Fé di Antioquia. Da Medellin si raggiunge in volo la costa caraibica arrivando nella leggendaria città di Cartagena, dall’antico passato ed ex covo di pirati, oggi Patrimonio Unesco, dove s’incontrano la sua storia ed arte coloniale, ed anche la magia del mare cristallino dell’Arcipelago del Rosario. Da Cartagena si torna in volo a Bogotà per l’imbarco sul volo di rientro.

I dettagli delle giornate sono indicati nel Programma del Viaggio; sono previsti al massimo 12 partecipanti.

LA GUIDA DEL VIAGGIO

Accompagna il viaggio Luca Arnoldi. Di origine trentina, Luca vive da circa 25 anni in Sud America dove svolge l’attività di guida e accompagnatore turistico; ha una grande conoscenza del Paese ed è un capo gruppo con molta esperienza, come hanno potuto apprezzare le persone nei viaggi di Amitaba da lui seguiti.

NOTA TECNICA

Il clima previsto è ottimale con temperature massime previste a Cartagena di 31°C e minime notturne a Bogotà di 7°C, dove di giorno le massime arrivano fino a 22°C. E’ quindi utile vestirsi “a cipolla” con indumenti leggeri per il giorno e maglie più pesanti o giacche a vento leggere utili in caso di necessità per la sera; durante le passeggiate è utile avere a disposizione vestiti adeguati e scarpe comode. Ricordarsi inoltre di portare ciabatte e costume da bagno!

Ci si sposta con mezzi privati e si prendono tre voli interni (da Bogotà a Pereira, da Pereira a Cartagena, da Cartagena a Bogotà). Le sistemazioni previste sono tutte valide e c’è un’ampia scelta di ristoranti e locande dove mangiare, con una cucina sia locale che internazionale. Non sono richieste vaccinazioni obbligatorie  in quanto non si visitano zone endemiche di malaria o febbre gialla. Oggi la Colombia è un paese tranquillo e sicuro dove si rimane piacevolmente sorpresi dall’ospitalità delle persone. Un luogo che non smette di stupire.

 Programma del viaggio


1°g. Martedì 18 febbraio, volo per Bogotà
Per raggiungere Bogotà, capitale della Colombia, vi sono diverse possibilità di volo che prevedono di arrivare nel corso della medesima giornata e Amitaba può prenotare quello preferito dai viaggiatori. All’arrivo si viene accolti in aeroporto dalla guida locale e utilizzando un mezzo privato ci si trasferisce presso l’Hotel BH Bicentenario, situato nei pressi della “movida” cittadina. Bogotà è situata su di un vasto altopiano andino a circa 2600 metri di quota ed oggi conta oltre dieci milioni di abitanti; fu fondata dagli spagnoli nel 1538 ed offre un centro storico di epoca coloniale di grande fascino e bellezza, mentre nella parte moderna vi è un ambiente allegro e piacevole, molto internazionale.

2°g. 19/2 Bogotà
Si percorre a piedi lo splendido centro coloniale, ricco di atmosfera, iniziando dal Museo dell’Oro che conserva un’importantissima collezione di reperti archeologici precolombiani, la più grande al mondo. Il Museo si trova vicino al quartiere “La Candelaria”, centro storico e culturale di Bogotà, piacevolissimo da percorre camminando. Si prosegue con Piazza Bolivar, la principale di Bogotà, dove si trovano  il Palazzo Presidenziale ed altri edifici amministrativi, oltre alla Cattedrale. Si completa con il Museo Casa Botero, che ospita importanti opere di questo famoso artista colombiano, scomparso nel 2023, oltre che di Picasso, Monet ed altri.

3°g. 20/2 Bogotà – Zipaquirà – Villa de Leyva
Si lascia la capitale dirigendosi verso nord lungo la strada Panamericana per raggiungere Zipaquirà, 55 km, circa un’ora e mezza di guida. In questa graziosa cittadina coloniale fondata nel 1600 si visita l’impressionante cattedrale sotterranea di sale, la più grande al mondo, una realizzazione inaugurata nel 1995 che è considerata la prima ‘Meraviglia’ della Colombia. Scavata nelle viscere della montagna a circa 160 metri di profondità, tutta la struttura un tempo era una miniera di sale che raggiungeva la superficie di circa 8500 metri quadrati. La visita guidata è piacevole e molto interessante, si effettua a piedi tra le ampie sale della miniera, dove si trova un’altra chiesa cesellata negli anni Cinquanta, fino a raggiungere l’enorme cattedrale. Successivamente ci si reca alla piazza principale di Zipaquirà, godendo della particolare atmosfera delle cittadine coloniali colombiane; qui si affaccia la cattedrale dedicata alla Santissima Trinità ed a S. Antonio da Padova, ricostruita dopo il terremoto del 1785 con … 111 anni di lavoro, dal 1805 al 1916. Terminata le visite si prosegue verso nord est per la splendida cittadina di Villa de Leyva, un percorso di circa 150 km, 3 ore di auto. Giunti a destinazione si soggiorna presso l’Hotel & SPA Getsemani.

4°g. 21/2 Villa de Leyva – Bogotà – Pereira – Salento
Al mattino tempo libero a disposizione per visitare Villa de Leyva; la cittadina è semplice da percorrere, ma chi lo preferisse lo potrà fare seguendo il capogruppo. Questa località, che ospita meno di diecimila abitanti, presenta la miglior sintesi dell’ambiente coloniale della cordigliera andina colombiana, con case bianche e strade acciottolate, circondata da colline con una grande piazza molto caratteristica. Un luogo che si apprezza passeggiando fra le vie tranquille del suo centro, che sembra sospeso nel tempo, rimasto fedele ai tempi della sua fondazione nel XVI secolo. Dopo pranzo si rientra a Bogotà dove si prende il volo per Pereira (15 – 18.17, orari da confermare), ad ovest della capitale. Giunti a destinazione ci si sposta verso sud est a Salento, un percorso di 55 km, circa 1 ora di viaggio, dove ci si accomoda presso l’Hotel Salento Plaza; qui siamo a 2134 mt di quota, in una regione dove viene piantato il caffè. Si apprezza da subito l’architettura tipica di questa zona del Paese con tipiche case colorate, di cui si ha un ottimo esempio nella via centrale del villaggio, nostro punto di partenza per la visita al vicino Parco Nazionale Valle de Cocora.

5°g. 22/2 Salento: Parco Nazionale Valle de Cocora
La giornata è dedicata alla scoperta del Parco Nazionale Valle de Cocora, che dista 11 km da Salento, circa mezz’ora di auto, un’area che è parte del Parco Nazionale Los Nevados. Infatti siamo in prossimità della Cordigliera Centrale colombiana, e la vallata che forma il cuore della riserva naturale che si esplora oggi porta verso le fonti del fiume Quindio, dove si erge l’omonimo Nevado, un vulcano spento e coperto di neve che arriva a 4760 mt di quota, mentre più ad est sorge l’elegante cono del Nevado del Tolma (5215 mt). Quest’area naturale, tra le più rinomate del Paese, è nota anche per la presenza di numerose “palme della cera” (Ceroxylon quindiuense), la più caratteristica della Colombia ed eletta ad ‘albero nazionale’, che è anche la specie più alta che si conosca: può arrivare fino a sessanta metri d’altezza. Si prevede una passeggiata di circa un’ora per apprezzare il paesaggio inconsueto di colline e vegetazione, e si sosta per un pranzo tradizionale in uno dei piccoli ristorantini che si trovano all’ingresso del parco. Si rientra quindi a Salento, dove si avrà del tempo a disposizione per godere di questo luogo tranquillo.

6°g. 23/2 Salento – Medellin
Si lascia presto la cittadina tornando a Pereira e proseguendo per Medellin, un percorso che si snoda per un totale di 282 km lungo l’altipiano ad ovest della Cordigliera Centrale e richiede circa 6 ore e mezza di guida. Medellin, dopo il periodo di grandi tensioni sociali negli anni Ottanta legati al narcotraffico, ha conosciuto un positivo percorso di riscatto sociale. E’ una grande città (circa due milioni e mezzo di abitanti) con problematiche ancora evidenti, ma che si è trasformata in un luogo accogliente che offre un ambiente interessante per chi la raggiunge, con le sue strade e case ricche di colori. Si visita la piazza Botero, con le famose statue donate da questo artista, e quindi si raggiungere la “Comuna 13”: negli anni ’90 era uno dei quartieri di maggior conflitto sociale a causa della presenza dei narcos e delle Farc. Nei tempi successivi è poi iniziato un percorso di riscatto comunitario, grazie anche all’arte di strada ed alle attività culturali, ed oggi la Comuna si visita molto piacevolmente ed è diventata uno dei luoghi di maggior interesse per chi desidera conoscere Medellin e la sua storia. Si pernotta presso l’Hotel Lomas 10; siamo a 1480 mt di quota.

7°g. 24/2 Medellin: escursione a Guatapé
Si lascia la città per dirigersi alla piccola località di Guatapè, 83 km verso est posta a 1890 mt di quota, un tragitto che richiede circa 2 ore di guida. Il punto d’interesse maggiore qui è El Penon de Guatapè, una formazione rocciosa monolitica alta circa 200 metri la cui sommità, dove è stato posizionato un punto di ristoro panoramico, si può raggiungere a piedi con la salita di 708 scalini. Da qui si gode di una vista spettacolare sul grande lago artificiale El Embalse che ha cambiato la geografia di questa cittadina. Terminata la visita si rientra a Medellin.

8°g. 25/2 Medellin – Santa Fè de Antioquia
Al mattino ci si sposta a nord ovest di Medellin a Santa Fé di Antioquia, un percorso di circa 60 km, 1 ora e mezza di guida. Il centro coloniale di questa meravigliosa cittadina è ancora perfettamente conservato. La si esplora vistando la Catedral de la Inmaculada Concepción, la chiesa di Santa Barbara, i parchi cittadini perfettamente tenuti e si raggiunge il Puente de Occidente, un singolare ponte sospeso costruito nel 1887 sul fiume Cauca, che ha favorito lo sviluppo economico della città e ne è diventato il simbolo. Nel pomeriggio si ha del tempo libero a disposizione per visitare da soli il tranquillo centro coloniale, lasciandosi coinvolgere nell’atmosfera della storia coloniale colombiana o per divertirsi, assieme alle persone locali, nel parco acquatico cittadino per vivere un meritato momento di relax e divertimento; per chi preferisce, il capogruppo è disponibile ad accompagnare le persone. Pernottamento presso l’Hotel Encomedero.

9°g. 26/2 Santa Fè de Antioquia – Medellin – Cartagena
Si torna a Medellin dove si prende il volo per Cartagena (13.14-14.25, orari da confermare), sulla costa caraibica colombiana. Si viene accolti in aeroporto e ci si trasferisce presso l’Hotel India Catalina che si trova nella città antica, che è circondata dalle mura spagnole. Considerata da molti la città più bella del paese, un tempo fu anche  un covo di pirati, ed oggi conserva un centro storico di origine coloniale protetto dall’UNESCO. E’ tra le più antiche città coloniali sudamericane, fondata nel 1533, ed oggi conta quasi un milione di abitanti. Nel pomeriggio tempo a disposizione per un primo contatto con questa vivace ed allegra città; il capogruppo porterà gli interessati per una prima passeggiata raggiungendo le mura e camminare lungo gli spalti per una oretta e poi godersi da qui il tramonto.

10°g. 27/2 Cartagena
Giornata dedicata alla scoperta della città. Cartagena offre l’inconsueta atmosfera di una città coloniale che ha però l’insolita caratteristica di trovarsi affacciata sul mare caraibico. Tutto quindi assume un’atmosfera colorata e calda, molto allegra e vivace, in particolare la notte quando il centro coloniale diventa un luogo ideale per passeggiare tra le mura fra ristorantini, piazze e chiese illuminate. Si visita a piedi il centro storico con le sue strade coloniali e palazzi antichi, le chiese di Santo Domingo e la Catedral di Santa Catalina. Si raggiunge la porta di ingresso della Torre del Reloj ed il caratteristico e vivace quartiere di Getsemani. Nel pomeriggio tempo a disposizione per visitare liberamente, oltre alle vie della città racchiusa nelle mura, il Castello di San Felipe, il forte di San Sebastian ed il monastero de la Popa che offre un panoramico paesaggio sulla città; il capogruppo è a disposizione dei partecipanti che gradissero la sua presenza per questa ricognizione a piedi. Cartagena è un luogo ideale per camminare anche da soli nelle vie del centro e magari lasciarsi tentare dalle gioiellerie specializzate in ornamenti fatti con gli smeraldi, una pietra colombiana per la cui lavorazione Cartagena è famosa.

11°g. 28/2 Cartagena: Arcipelago del Rosario
Giornata dedicata al mare ed all’ambiente caraibico che circonda Cartagena. Raggiunto il molo si naviga verso le isole dell’Arcipelago del Rosario. Uscendo dal golfo di Cartagena dopo circa un’ora di barca si raggiunge l’isola e la spiaggia di Playa Isabela. Pranzo qui è incluso e si ha del tempo disponibile per fare il bagno e rilassarsi al sole sulla spiaggia. Rientro a Cartagena nel tardo pomeriggio. La navigazione è splendida, sul mare caraibico con i paesaggi della baia di Cartagena.

12°g. 1/3 Cartagena – Bogotà e volo di rientro
Al mattino trasferimento in aeroporto e volo per Bogotà (13-15-26, orari da confermare) dove ci si imbarca sul volo internazionale per il rientro in Italia.

13°g. Domenica 2 marzo, arrivo a destinazione L’arrivo è previsto in giornata.

 

COSTO DEL VIAGGIO

€ 2800 – Minimo 4 e massimo 12 partecipanti

La quota comprende: le spese di iscrizione, le Polizze Assicurative di viaggio (Viaggi rischio zero e polizza base Europ Assistance – su richiesta, su E.A. possono essere estesi i massimali con un costo di € 70 ed emessa la Polizza di Annullamento, che costa 5,5% del valore del viaggio emessa al momento dell’iscrizione), i voli interni da Bogotà a Pereira, da Pereira a Cartagena e da Cartagena a Bogotà, la prenotazione dei voli internazionali se richiesta, la presenza della guida italiana, i trasporti con mezzi privati, le prime colazioni ed il pranzo a Isla Isabela, le escursioni in programma e gli ingressi ai siti indicati nel programma.

La quota non comprende: i voli intercontinentali, i pranzi tranne il 28/2 e le cene, le bevande, gli ingressi ai siti non indicati nel programma, le mance e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

Voli: Amitaba provvede alla prenotazione dei voli su richiesta dei viaggiatori, ma non obbliga ad utilizzare questo servizio e chi preferisce può provvedere all’acquisto dei voli direttamente; questo anche per permettere a chi ne ha la possibilità di usufruire di punti, sconti e/o tariffe agevolate.

Supplementi: € 550 per la singola. Con 6 partecipanti extra di € 50, con 5 di € 100, con 4 di € 150.

Visti e documenti: i cittadini italiani non necessitano di visto; è richiesto un passaporto con validità di almeno sei mesi.

Riferimento valutario: Il prezzo del viaggio è formulato con riferimento al cambio euro – dollaro del 19/6/’24 (Banca d’Italia): € 1 = $ 1.0749, corrispondente al valore in essere al momento della pubblicazione del programma.

RICHIESTA INFORMAZIONI

Per qualsiasi domanda e curiosità,
compila tutti i campi del form:

 DOCUMENTI DI VIAGGIO

PAESI E TRADIZIONI

Entra nella sezione dedicata agli approfondimenti culturali:

Geografia fisica della Colombia

 GALLERIA FOTOGRAFICA

Donna colombiana
Donne colombiane
Medellin, Comuna 13
Villa de Leyva, piazza principale
Parco Nazionale Valle de Cocora
Guatapè
Negozio di souvenir
Bogotà, griglia per le arepas
Murales di Gabriel Garcia Marquez
Bogotà, Museo dell’oro
Bogotà, Museo Casa Botero
Bogotà, Museo Casa Botero
Villa de Leyva
Villa de Leyva
Villa de Leyva
Santa Fe de Antioquia (foto Latoking)
Salento
Guatapè, el Penol
Guatapè, el Penol (foto E. Laps)
Gabriel Garcia Marquez
Luca, la guida del viaggio
Cartagena
Cartagena
Playa Isabela
Donna a Cartagena

L’iscrizione e la partecipazione al viaggio è regolata dalle Condizioni Generali di Partecipazione; la quota include la polizza “Assistenza sanitaria, rimborso spese mediche e danneggiamento bagaglio” fornita da Europ Assistance, la polizza “Viaggi Rischio Zero” di UnipolSai Assicurazioni e la polizza “Filodiretto Protection” fornita da Nobis Compagnia di Assicurazioni. Le normative (Condizioni Generali e polizze assicurative) sono visibili nel sito di Amitaba e presso il nostro ufficio.

Amitaba S.r.l. è un operatore turistico legalmente costituito con sede in viale Ca’ Granda, 29 a Milano, iscritto al Registro Imprese della Camera di Commercio di Lecco col numero 313373, REA numero 1623197, partita IVA 13152290154. È autorizzato a svolgere la propria attività con licenza rilasciata con il decreto della Provincia di Milano numero 67762/00 del 30/10/2000. Amitaba S.r.l. ha stipulato ai sensi dell’art. 50 del Codice del Turismo (D.lgs 79/2011) una polizza per la Responsabilità Civile Professionale con la UnipolSai Assicurazioni n. 100073953 per un massimale di € 2.065.000,00.