STORICO VIAGGI

TURCHIA

 

TURCHIA

Amitaba ha organizzato un certo numero di viaggi escursionistici al monte Ararat, un maestoso vulcano estinto che domina da 5137 metri l’altopiano dell’Anatolia orienta reso ancora più accattivante dall’aura che lo lega alle vicende bibliche: molte leggende indicano nella sua vetta il luogo su cui si pose l’Arca di Noè. I viaggi hanno solitamente incluso il lago Van con la stupenda isola di Akdamar, la regione circostante con Do?ubeyaz?t e, spesso, la piacevole visita di Istanbul. In aggiunta, abbiamo aggiuntio a volte il sito di Nemrut, nella zona di Kahta, per ammirare il mausoleo di Re Antioco I, e l’estensione alla catena dei monti Kackar che contorna la costa del Mar Nero, un’area ritenuta tra le più belle del paese, molto selvaggia, verde e fiorita con laghetti, sorgenti e cascate con alcune vette piacevoli da salire, come il Palandoken (3130 mt) e la più alta, il Kackar Dagi (3932 mt).

I territori del nord est della Turchia, dove sorge il monte Ararat, sono popolati in maggioranza da curdi ed a ridosso del confine iraniano, motivo per cui dal 2017 siamo in attesa degli sviluppi della situazione politica delle regione prima di tornarci.

Per ogni chiarimento o richiesta, contattateci: amitaba@amitaba.net - tel. 02 33614196

 

 

LE NOSTRE ESPERIENZE DI VIAGGIO

I viaggi in calendario sono stati tutti condotti da una nostra guida per favorire la conoscenza, oltre che dei luoghi, della cultura.
TURCHIA 2016: Salita ai monti Ararat (5137 mt) e Kackar Dagi
Estensione iniziale alla catena dei monti Kackar
Periodo: 3 lug - 16 lug
Nella parte iniziale è prevista un’estensione alla catena dei monti Kackar, a ridosso del Mar Nero, dove si salgono due vette con un percorso molto bello che è anche utile come acclimatazione per la salita all’Ararat. Il viaggio è arricchito da interessanti visite: a Doğubeyazıt, Van e all’isola di Akdamar.   Kackar Dagi Kackar Dagi Kackar Dagi   La salita all’Ararat non è tecnica: si tratta di una lunga camminata la cui ultima parte richiede l’utilizzo di ramponi. Non è però idonea a persone che non abbiano già provato a fare almeno una semplice progressione su ghiaccio. Le difficoltà maggiori possono essere date dal clima, che è solitamente terso e secco, ma può anche capitare, se non si avesse fortuna, di avere delle cadute di temperatura che possono portare le notti al Campo 2 fino a -5°C e venti forti con temperature fino a -15°C in vetta. E’ quindi necessario portare con sé un’attrezzatura che consenta di reggere bene anche queste eventualità, oltre ai propri ramponi, piccozza e sacco a pelo con un gradiente termico adeguato; si consiglia di portare anche un materassino termico. Le salite al Palandoken e al Kackar Dagi non sono tecniche e non richiedono l’utilizzo di corde.   Van, il castello Van, Isola di Akdamar Dogubeyazit, Ishak Pasha   PROGRAMMA DEL VIAGGIO Estensione iniziale 1°g.  Domenica 3 luglio, volo per Erzurum Il collegamento migliore per Erzurum in Turchia è della Turkish Airlines da Milano Malpensa (sono possibili collegamenti anche da altre città, per gli orari contattare Amitaba) con partenza alle 11.20 e arrivo alle 15.05 a Istanbul; si riparte alle 17.10 per Ankara con arrivo alle 18.15 e da qui alle 19.35 con arrivo a Erzurum alle 20.50 (orari da confermare). All’arrivo è in attesa dei partecipanti Yildirim Secmen; trasferimento l’hotel Erzurum. La quota qui è di 1920 mt. 2°g.   4/7 Erzurum, salita al Palandoken (3130 mt) Si raggiunge l’inizio del sentiero in auto (20 min) a circa 2200 mt; per giungere in vetta si impiegano circa 3 ore. Nel pomeriggio si visita Erzurum. 3°g.   5/7 Erzurum - Yusufeli - Yaylalar Si lascia Erzurum in direzione nord per Yusufeli (135 km); da qui ci si addentra nel cuore delle montagne per circa 60 km ad ovest arrivando al villaggio di Yaylalar. La tappa richiede da 4 a 5 ore di guida; si alloggia presso il semplice Camyuva Pension. La quota qui è di 1600 mt. 4°g.   6/7 Yaylalar – Dilberdüzü Si parte a piedi per il campo di Dilberdüzü (2860 mt), una salita che richiede da 3 a 4 ore. Il bagaglio personale viene trasportato dai cavalli. 5° g.  7/7 Dilberdüzü, salita al Kackar Dagi (3932 mt)  Si parte prestissimo per la vetta; la salita richiede da 6 a 7 ore. Si rientra quindi al campo, solitamente in circa 5 ore. 6°g.   8/7 Dilberdüzü - Olgunblar – Erzurum Si ripercorre il sentiero di salita fino a Olgunblar, dove è in attesa dei partecipanti il mezzo che riporta il gruppo a Erzurum, dove si alloggia nel medesimo albergo. 7°g.   9/7 Erzurum – Doğubeyazit   Si lascia Erzurum in direzione e per Doğubeyazit, un percorso di 280 km che richiede circa 4 ore. Qui si alloggia presso l’hotel Golden Hill. Nel pomeriggio si effettuano delle visite: il luogo di maggior rilievo è il palazzo di Ishak Pasha che risale al 1685, uno dei siti più interessanti di questa parte della Turchia, in tipico stile ottomano.   Ararat, Campo 1 Ararat dal Campo 1 Ararat, discesa al Campo 2   Programma solo Ararat 1°g.   Sabato 9 luglio, volo per Van; Doğubeyazit Il collegamento migliore per Van in Turchia è della Turkish Airlines da Milano Malpensa (sono possibili collegamenti anche da altre città, per gli orari contattare Amitaba) con partenza alle 6.45 e arrivo ad Istanbul alle 10.35; si riparte alle 12.00 per Ankara con arrivo alle 13.05 e da qui si prosegue alle 13.35 con arrivo a Van alle 15.10 oppure alle 18.00 con arrivo a Van alle 19.30 (orari da confermare). All’arrivo è in attesa dei partecipanti il nostro corrispondente turco; si prosegue con un mezzo privato per Doğubeyazit, un percorso di 180 km che richiede circa 2,5 ore; ci si accomoda presso l’hotel Golden Hill, dove si incontrano i partecipanti giunti dal Kackar Degi. Programma comune 8°g. (2°g.)   10/7 Doğubeyazit – Campo 1 Si lascia la cittadina di Doğubeyazit dirigendosi in pulmino verso il monte Ararat al villaggio di Çevirme (2200 mt), posto sui pendii meridionali della montagna. Da qui si prosegue a piedi; il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati dai muli. Il Campo 1 dista circa 4 ore di cammino ed è posto a 3300 metri. 9°g. (3°g.)   11/7 Campo 1   Giornata di acclimatazione; ci si reca fino al Campo 2, situato a 4170 metri di quota, rientrando poi al Campo 1. L’escursione richiede da 5 a 6 ore. 10°g. (4°g.)   12/7 Campo 2   Oggi si torna al Campo 2, la salita richiede da 3 a 4 ore, e si sosta qui per la notte. 11°g.  (5°g.)   13/7 Vetta dell’Ararat (5137 mt) e rientro al Campo 1   La salita verso la vetta inizia nella notte. L’ascesa non è tecnicamente impegnativa con la parte iniziale che si svolge lungo ripidi crinali rocciosi con parti di ghiaione; i ramponi si indossano solitamente solo per gli ultimi 400 metri. L’ascesa richiede da 5 a 6 ore, si arriverà così in tempo per godere delle prime luci. Completata l’ascensione, si rientra al Campo 2 e, dopo pranzo, si prosegue la discesa arrivando fino al Campo 1. 12°g. (6°g.)   14/7 Campo 1 – Doğubeyazit   Con circa 2 ore di cammino si arriva al villaggio di Çevirme, dove è in attesa il pulmino. Si torna a Doğubeyazit e ci si sistema nel medesimo hotel. Ci si reca a Diyadin dove ci si potrà immergere nelle acque calde termali. 13°g. (7°g.)   15/7 Doğubeyazit – Van   Dopo colazione ci si trasferisce a Van e sul percorso si visitano le cascate di Muradiye. A Van si visita il castello e quindi ci si reca all’isola di Akdamar, dove si trova una bella chiesa armena. Si alloggia presso l’hotel Ilvan. 14°g. (8°g.)   Sabato 16 luglio, volo di rientro   Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 9.30 con arrivo a Istanbul alle 11.55; il volo per Milano Malpensa parte alle 15.40 con arrivo alle 17.40 (orari da confermare). Per gli orari di altri collegamenti contattare Amitaba.
TURCHIA 2014: Salita al Monte Ararat
Il monte sacro dell'Anatolia
Periodo: 5 lug - 13 lug
Il viaggio è arricchito da interessanti visite: nella città di Istanbul, ad Ani e Kars nei pressi dell’Armenia, a Doğubeyazıt, a Van e all’isola di Akdamar aggiungendo così alla salita al mitico monte Ararat alcuni bei momenti paesaggistici e culturali.   Ararat, verso la vetta Ararat, discesa Campo 2   La salita all’Ararat non è tecnica: si tratta di una lunga camminata la cui ultima parte richiede l’utilizzo di ramponi. Non è però idonea a persone che non abbiano già provato a fare almeno una semplice progressione su ghiaccio. Le difficoltà maggiori possono essere date dal clima, che è solitamente terso e secco, ma può anche capitare, se non si avesse fortuna, di avere delle cadute di temperatura che possono portare le notti al Campo 2 fino a -5°C e venti forti con temperature fino a -15°C in vetta. È quindi necessario portare con sé un’attrezzatura che consenta di reggere bene anche queste eventualità, oltre ai propri ramponi, piccozza e sacco a pelo con un gradiente termico adeguato; si consiglia di portare anche un materassino termico.   Dogubeyazit, Ishak Pasha Akdamar Mt. Suphan   PROGRAMMA DEL VIAGGIO 1°g.  Sabato 5 luglio, partenza per Istanbul   Giunti a Istanbul si dedica il pomeriggio a una visita guidata della città: Santa Sofia, la moschea di Sultanahmet e il grande bazar. Si alloggia presso l’hotel Hali. 2°g.  6/7 Istanbul – Van - Doğubeyazıt    Il volo della Turkish per Van parte alle 6.45 con arrivo alle 8.50 (orario da confermare); all’arrivo è in attesa dei partecipanti la nostra guida per l’Ararat, Yildrim Secmen. Si prosegue con un pulmino privato per Doğubeyazıt, un percorso di 180 km che richiede circa 2,5 ore; ci si accomoda presso l’hotel Golden Hill. Nel pomeriggio si effettuano delle visite: il luogo di maggior rilievo è il palazzo di Ishak Pasha che risale al 1685, uno dei siti più interessanti di questa parte della Turchia, in tipico stile ottomano. 3°g.  7/7 Doğubeyazıt – Campo 1   Si lascia la cittadina di Doğubeyazıt dirigendosi in pulmino verso il monte Ararat al villaggio di Çevirme (2200 mt), posto sui pendii meridionali della montagna. Da qui si prosegue a piedi; il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati dai muli. Il Campo 1 dista circa 4 ore di cammino ed è posto a 3300 metri. 4°g.  8/7 Campo 1   Giornata di acclimatazione; ci si reca fino al Campo 2, situato a 4170 metri di quota, rientrando poi al Campo 1. L’escursione richiede da 5 a 6 ore. 5°g.  9/7 Campo 2   Oggi si torna al Campo 2, la salita richiede da 3 a 4 ore, e si sosta qui per la notte. 6°g.  10/7 Vetta dell’Ararat (5137 mt) e rientro al Campo 1   La salita verso la vetta inizia nella notte. L’ascesa non è tecnicamente impegnativa con la parte iniziale che si svolge lungo ripidi crinali rocciosi con parti di ghiaione; i ramponi si indossano solitamente solo per gli ultimi 400 metri. L’ascesa richiede da 4 a 6 ore, si arriverà così in tempo per godere delle prime luci. Completata l’ascensione si rientra al Campo 2. Dopo pranzo si prosegue la discesa arrivando fino al Campo 1. 7°g.  11/7 Campo 1 – Ani – Kars – Doğubeyazit   Con circa 2 ore di cammino si arriva al villaggio di Çevirme, dove è in attesa il pulmino. Si guida per circa 2 ore e mezza arrivando nei pressi del confine Armeno alle rovine della città medioevale di Ani; si prosegue con la visita della vicina cittadella fortificata di Kars. Si torna a Doğubeyazit, dove si alloggia nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo.   Dogubeyazit, Ararat Campo 1, Ararat Per chi rientra 8°g. 12/7 Doğubeyazit – Van    Dopo colazione ci si trasferisce a Van e sul percorso si visitano le cascate di Muradiye. A Van si visita il castello e quindi ci si reca all’isola di Akdamar, dove si trova una bella chiesa armena. Si alloggia presso l’hotel Akdamar. 9°g. Domenica 13 luglio, Van – Istanbul – Volo di rientro   Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 9.55 con arrivo a Istanbul alle 12.20; da Istanbul si prosegue per la propria destinazione. Per chi prosegue 8°g. 12/7 Doğubeyazit – Van – Tatvan      Dopo colazione ci si trasferisce a Van; sul percorso si visitano le cascate di Muradiye. A Van si visita il castello e quindi ci si reca all’isola di Akdamar, dove si trova una bella chiesa armena. Si salutano i compagni  di viaggio che rientrano e si prosegue in pulmino per la cittadina di Tatvan situata sul punto più occidentale del lago, che dista circa 1,5 ore, dove si alloggia in hotel. 9°g. 13/7 Tatvan – Monte Nemrut (3080 mt) – Adilcevaz   Si salgono le pendici del vulcano Nemrut, situato sulle sponde occidentali del grande lago di Van. Si inizia col pulmino che porta fino a circa 2200 mt; si prosegue a piedi raggiungendo la cima del vulcano con circa 3 ore di cammino. Il colossale arco formato dal cratere racchiude un vasto lago con a forma di mezza luna, dalla cima si ammira così un panorama molto bello che spazia da qui al lago Van. Dopo la discesa di prosegue per Adilcevaz, situata sulla costa settentrionale del grande lago; si alloggia presso l’hotel Cevizlibag. 10°g. 14/7 Adilcevaz – Monte Suphan (4058 mt) – Van   Si lascia la costa del lago e con il pulmino si procede verso nord salendo dai 1700 metri della costa fino a quota 2600, da dove inizia il sentiero per la vetta. La salita richiede da 5 a 6 ore. Il Suphan offre il panorama più ampio sul lago di Van, che si stende vasto a meridione, e su tutta la regione circostante. La discesa richiede solitamente circa 3 ore; si torna da qui alla città di Van, completando il giro del lago. Si alloggia presso l’hotel Akdamar. 11°g. Martedì 15 luglio, Van – Istanbul – Volo di rientro Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 9.55 con arrivo a Istanbul alle 12.20; da Istanbul si prosegue per la propria destinazione.
TURCHIA 2013: Salita al monte Ararat
Il monte dell'arca di Noé
Periodo: 15 giu - 23 giu
Il viaggio è arricchito da interessanti visite: nella città di Istanbul, ad Ani e Kars nei pressi dell’Armenia, a Doğubeyazıt, a Van e all’isola di Akdamar aggiungendo così alla salita al mitico monte Ararat alcuni bei momenti paesaggistici e culturali.   Ishak Pasha Dogubeyazit Van   La salita non è tecnica: si tratta di una lunga camminata la cui ultima parte in ascesa e la prima in discesa a nord richiedono l’utilizzo di ramponi. Non è però idonea a persone che non abbiano mai provato a fare almeno una semplice progressione su ghiaccio. La data prescelta è ottimale per eseguire la traversata del monte salendo da sud, dove l’accesso è più facile e dove difficilmente a metà giugno si incontra la neve sotto i 4500 metri, mentre sul versante settentrionale la neve accompagna la discesa fino a quote più basse. Le difficoltà maggiori possono essere date dal clima, che è solitamente terso e secco, ma può anche capitare, se non si avesse fortuna, di avere delle cadute di temperatura che possono portare le notti al Campo 2 fino a -5°C e venti forti con temperature fino a -15°C in vetta. È quindi necessario portare con sé un’attrezzatura che consenta di reggere bene anche queste eventualità, oltre ai propri ramponi, piccozza e sacco a pelo con un gradiente termico adeguato.   Ararat Ararat Ararat   PROGRAMMA DEL VIAGGIO 1°g.  Sabato 15 giugno, volo per Istanbul   2°g.  16/6 Istanbul – Van - Doğubeyazıt    Il volo della Turkish per Van parte alle 7.10 con arrivo alle 9.20; si prosegue con un pulmino privato per Doğubeyazıt, un percorso di circa 2 ore. Qui si incontra la nostra guida per l’Ararat, Yildrim Secmen, e ci si accomoda presso l’hotel Golden Hill (3*). Nel pomeriggio si effettuano delle visite: il luogo di maggior rilievo è il complesso del palazzo di Ishak Pasha, uno dei siti più interessanti di questa parte della Turchia, in tipico stile ottomano la che risale al 1685. 3°g.  17/6 Doğubeyazıt – Campo 1   Si lascia la cittadina di Doğubeyazıt dirigendosi in pulmino verso il monte Ararat al villaggio di Eli (2200 mt), posto sui pendii meridionali della montagna. Da qui si prosegue a piedi; il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati dai muli. Il Campo 1 dista da 3 a 4 ore di cammino ed è posto a 3200 metri. 4°g.  18/6 Campo 1   Giornata di acclimatazione; ci si reca fino al Campo 2, situato a 4170 metri di quota, rientrando poi al Campo 1. L’escursione richiede da 5 a 6 ore. 5°g.  19/6 Campo 2   Oggi si torna al Campo 2, la salita richiede da 3 a 4 ore, e si sosta qui per la notte. 6°g.  20/6 Vetta dell’Ararat (5137 mt) – Doğubeyazit   La salita verso la vetta inizia nella notte, si parte verso l’una. L’ascesa non è tecnicamente impegnativa con la parte iniziale che si svolge lungo ripidi crinali rocciosi con parti di ghiaione; i ramponi si indossano solitamente solo per gli ultimi 400 metri. L’ascesa richiede da 4 a 6 ore, si arriverà così in tempo per godere delle prime luci. La discesa si effettua lungo il versante settentrionale, completando così la traversata del monte, arrivando al villaggio Korhan, con una discesa che impegna da 4 a 5 ore; si prosegue quindi in pulmino per Doğubeyazit, dove si alloggia nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo. Il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati con i muli dal Campo 2 fino al villaggio di Korhan, percorrendo un sentiero che aggira la vetta. 7°g. 21/6 Giorno di riserva   Giornata a disposizione da utilizzare per la salita in caso di condizioni climatiche avverse; se il programma procede come previsto si utilizzerà il tempo disponibile per effettuare delle escursioni nella regione, tra Doğubeyazit e Van. 8°g.  22/6 Doğubeyazit – Van    Dopo colazione ci si trasferisce a Van, dove si alloggia presso l’hotel Ilvan (3*). Si visitano le cascate di Muradiye e il castello di Van. 9°g.  Domenica 23 giugno, Van – Istanbul e volo di rientro  Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 10.05 con arrivo a Istanbul alle 12.20. Da Istanbul ci si imbarca sul volo di rientro.
TURCHIA 2012: Salita al Monte Ararat
Alla ricerca dell'arca di Noé
Periodo: 14 giu - 23 giu
Il viaggio prevede, dopo il monte Ararat, di recarsi nella località di Kahta per visitare Nemrut, sito dell’incredibile mausoleo di Re Antioco I, dove si trovano i resti di colossali statue alte fino a 9 metri. La salita all'Ararat non è tecnica: si tratta di una lunga camminata la cui ultima parte richiede l’utilizzo di ramponi. Non è però idonea a persone che non abbiano mai provato a fare almeno una semplice progressione su ghiaccio. La data prescelta è ottimale per eseguire la salita del monte salendo da sud, dove l’accesso è più facile e dove difficilmente a metà giugno si incontra la neve sotto i 4500 metri. Le difficoltà maggiori possono essere date dal clima, che è solitamente terso e secco, ma può anche capitare, se non si avesse fortuna, di avere delle cadute di temperatura che possono portare le notti al Campo 2 fino a -5°C e venti forti con temperature fino a -15°C in vetta. È quindi necessario portare con sé un’attrezzatura che consenta di reggere bene anche queste eventualità, oltre ai propri ramponi, piccozza e sacco a pelo con un gradiente termico adeguato. Tutta l’attrezzatura da campo incluso il materassino vengono forniti dall’organizzazione. Il viaggio è arricchito da interessanti visite: il palazzo di Ishak Pasha a Doğubeyazıt, le cascate di Muradiye, Van con lo stupendo castello in riva a lago; e soprattutto l’escursione a Katha nella provincia di Adiyaman dove sul monte Nemrut Dagi si trova il suggestivo santuario del re Antioco I.   Campo 2 Ombra della vetta Discesa verso Campo 2   PROGRAMMA DEL VIAGGIO 1°g. Sabato 14 giugno, volo per Istanbul e prosecuzione per Van e Doğubeyazıt Si raggiunge in volo Istanbul da dove si riparte per Van alle 12.15 con arrivo alle 14.15. Dall’aeroporto di Van, dove è in attesa dei partecipanti la guida alpina turca, si parte con un pulmino privato alla volta di Doğubeyazıt, un percorso di circa 2 ore. Ci si accomoda presso l’hotel Golden Hill (3*). 2°g. 15/6 Doğubeyazıt – Campo 1 Si lascia la cittadina di Doğubeyazıt dirigendosi verso il monte Ararat al villaggio di Eli (2200 mt), posto sui pendii meridionali della montagna. Da qui si prosegue a piedi; il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati dai muli. Il Campo 1 dista circa 4 ore di cammino ed è posto a 3200 metri. 3°g. 16/6 Campo 1 Giornata di acclimatazione; ci si reca fino al Campo 2, situato a 4170 metri di quota, rientrando poi al Campo 1. L’escursione richiede da 5 a 6 ore. 4°g. 17/6 Campo 2 Oggi si torna al Campo 2, la salita richiede da 3 a 4 ore, e si sosta qui per la notte. 5°g. 18/6 Vetta dell’Ararat (5137 mt) – Doğubeyazıt La salita verso la vetta inizia nella notte, si parte verso l’una. L’ascesa non è tecnicamente impegnativa con la parte iniziale che si svolge lungo ripidi crinali rocciosi con parti di ghiaione; i ramponi si indossano solitamente solo per gli ultimi 400 metri. L’ascesa richiede da 5 a 6 ore, si arriverà così in tempo per godere delle prime luci. La discesa si effettua lungo il medesimo versante; tornati dopo la vetta al Campo 2 si riposa qualche ora e poi si prosegue la discesa verso il villaggio di Eli e quindi in pulmino si torna a Doğubeyazıt, dove si alloggia nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo. 6°g. 19/6 Giorno di riserva Giornata a disposizione da utilizzare per la salita in caso di condizioni climatiche avverse; se il programma procede come previsto si utilizzerà il tempo disponibile per effettuare delle escursioni nella regione, tra Doğubeyazıt e Van. Nei pressi di Doğubeyazıt il luogo di maggior rilievo è il complesso del palazzo di Ishak Pasha, uno dei siti più interessanti di questa parte della Turchia, in tipico stile ottomano la cui costruzione iniziò nel 1685. 7°g. 20/6 Doğubeyazıt – Van Dopo colazione ci si trasferisce a Van, dove si alloggia presso l’hotel Ilvan (3*); sul percorso si sosta alle cascate di Muradiye. A Van ci si reca al bellissimo castello, situato molto panoramicamente sul lago. 8°g. 21/6 Van – Kahta Si parte per la provincia di Adiyaman dove ci si reca alla cittadina di Kahta arrivando nelle prime ore del pomeriggio; si alloggia presso l’hotel Adiyaman. Si visitano il ponte romano di Cendere e il tumulo di Karakus. 9°g. 22/6 Kahta - Nemrut Dagi – Van Di prima mattina ci si reca in pulmino al monte Nemrut, posto a circa 40 km a nord di Kahta, per poter ammirare l’alba. E’ il sito dell’incredibile mausoleo di Re Antioco I, dove si trovano i resti di colossali statue alte fino a 9 metri che rappresentano diverse divinità; le teste delle statue sono poste ora sul terreno all’intorno. Nelle luci dell’alba è un luogo di estrema suggestione. Si rientra quindi a Van, un tragitto che da qui richiede circa 6 ore; si alloggia nello stesso albergo del 20/6. 10°g. Sabato 23 giugno, Van – Istanbul – Volo di rientro Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 10.05 con arrivo a Istanbul alle 12.20. Da qui si prosegue in volo per il punto d’origine.
TURCHIA 2010: Traversata del Monte Ararat
Vetta sacra dell'Anatolia
Periodo: 12 giu - 20 giu
La salita non è tecnica: si tratta di una lunga camminata la cui ultima parte in ascesa e la prima in discesa a nord richiedono l’utilizzo di ramponi. Non è però idonea a persone che non abbiano mai provato a fare almeno una semplice progressione su ghiaccio. La data prescelta è ottimale per eseguire la traversata del monte salendo da sud, dove l’accesso è più facile e dove difficilmente a metà giugno si incontra la neve sotto i 4500 metri, mentre sul versante settentrionale la neve accompagna la discesa fino a quote più basse. Le difficoltà maggiori possono essere date dal clima, che è solitamente terso e secco, ma può anche capitare, se non si avesse fortuna, di avere delle cadute di temperatura che possono portare le notti al Campo 2 fino a -5°C e venti forti con temperature fino a -15°C in vetta. È quindi necessario portare con sé un’attrezzatura che consenta di reggere bene anche queste eventualità, oltre ai propri ramponi, piccozza e sacco a pelo con un gradiente termico adeguato. Tutta l’attrezzatura da campo incluso il materassino vengono forniti dall’organizzazione. Il viaggio è arricchito da interessanti visite: nella città di Istanbul, a Van, dove ci si reca anche all’isola di Akdamar, ed a Doğubeyazıt.   PROGRAMMA DEL VIAGGIO 1°g.  Sabato 12 giugno, partenza per Istanbul   Giunti ad Istanbul si dedica il pomeriggio ad una visita guidata della città: Santa Sofia, la moschea di Sultanahmet ed il grande bazar. Si alloggia presso l’Erboy Hotel (3*). 2°g.  13/6 Istanbul – Van - Doğubeyazit    Il volo della Turkish per Van parte alle 7.10 con arrivo alle 9.20; si  prosegue con un pulmino privato per Doğubeyazit, un percorso di circa 2 ore. Qui si incontra la nostra guida per l’Ararat, Yildrim Secmen, e ci si accomoda presso l’hotel Golden Hill (3*). Nel pomeriggio si effettuano delle visite: il luogo di maggior rilievo è il complesso del palazzo di Ishak Pasha, uno dei siti più interessanti di questa parte della Turchia, in tipico stile ottomano la cui costruzione iniziò nel 1685. 3°g.  14/6 Doğubeyazıt – Campo 1   Si lascia la cittadina di Doğubeyazıt dirigendosi verso il monte Ararat al villaggio di Eli (2200 mt), posto sui pendii meridionali della montagna. Da qui si prosegue a piedi; il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati dai muli. Il Campo 1 dista da 3 a 4 ore di cammino ed è posto a 3200 metri. 4°g.  15/6 Campo 1   Giornata di acclimatazione; ci si reca fino al Campo 2, situato a 4170 metri di quota, rientrando poi al Campo 1. L’escursione richiede da 5 a 6 ore. 5°g.  16/6 Campo 2   Oggi si torna al Campo 2, la salita richiede da 3 a 4 ore, e si sosta qui per la notte. 6°g.  17/6 Vetta dell’Ararat (5137 mt) – Doğubeyazit   La salita verso la vetta inizia nella notte, si parte verso l’una. L’ascesa non è tecnicamente impegnativa con la parte iniziale che si svolge lungo ripidi crinali rocciosi con parti di ghiaione; i ramponi si indossano solitamente solo per gli ultimi 400 metri. L’ascesa richiede da 4 a 6 ore, si arriverà così in tempo per godere delle prime luci. La discesa si effettua lungo il versante settentrionale, completando così la traversata del monte, arrivando al villaggio Korhan, con una discesa che impegna da 4 a 5 ore; si prosegue quindi per Doğubeyazit, dove si alloggia nel medesimo hotel utilizzato all’arrivo. Il bagaglio personale e l’attrezzatura da campo vengono trasportati con i muli dal Campo 2 fino al villaggio di Korhan, percorrendo un sentiero che aggira la vetta. 7°g.  18/6 Giorno di riserva   Giornata a disposizione da utilizzare per la salita in caso di condizioni climatiche avverse; se il programma procede come previsto si utilizzerà il tempo disponibile per effettuare delle escursioni nella regione, tra Doğubeyazıt e Van. 8°g.  19/6Doğubeyazıt – Van    Dopo colazione ci si trasferisce a Van, dove si alloggia presso l’hotel Ilvan (3*). Si dedica la giornata alle visite, recandosi all’isola di Akdamar, dove si trova un’antica chiesa Armena, alle cascate di Muradiye ed al castello di Van. 9°g.  Domenica 20 giugno, Van – Istanbul e volo di rientro   Trasferimento in aeroporto; il volo della Turkish Airlines parte da Van alle 10.05 con arrivo a Istanbul alle 12.20. Si prosegue da qui con il volo di rientro.